sabato 30 maggio 2009

Sabato 30 Maggio 2009

Notizie Giuridiche dalla Rete


*** Novita' ***: la nuova riforma del processo civile
Fonte: Altalex, Notizie Giuridiche
Seminario di studio in Milano, Bologna, Roma e Padova dal 25 06 2009 (AltalexFormazione)

Banca dati dna: conclusi gli adempimenti per la messa in sicurezza dell'archivio dei Ris
Fonte: Miolegale, Notizie
Si sono concluse positivamente le procedure tecniche e organizzative …

Benefici prima casa, decadenza, revoca, termine recupero imposte
Fonte: IusSiT, Informazione Giuridica
Cassazione, sentenza del 24 aprile 2009

Cassazione Tributaria: il lease back intrasocietario è un abuso di diritto tributario
Fonte: Filodiritto, Notizie Giuridiche

Cassazione Per la vendita online serve l'autorizzazione del Comune
Fonte: Studio Legale Andreani, Sentenze della Cassazione
Sentenza 12355/2009 - From: www loccidentale it - Indexed by avvocatoandreani it on del icio us

Cassazione: espropriazione immobiliare decreto di trasferimento opposizione all esecuzione da parte di terzo ammissibilita condizioni di fondatezza
Fonte: Corte di Cassazione, Sezioni Semplici
Ordinanza n 10609 del 08/05/2009

Cassazione: prova testimoniale applicazione del principio di infrazionabilita e contestualita ammissibilita - conseguenze in grado di appello
Fonte: Corte di Cassazione, Sezioni Semplici
sentenza n 10502 del 07/05/2009

Cassazione: rapporti internazionali trattamento dello straniero - condizione di reciprocita prevista dall art 16 delle preleggi ambito di applicazione
Fonte: Corte di Cassazione, Sezioni Semplici
Sentenza n 10504 del 07/05/2009

Compensi con assegni circolari, imponibili dal possesso titolo
Fonte: IusSiT, Informazione Giuridica
Risoluzione Agenzia Entrate 138/6 del 29 maggio 2009

Condominio, contratto assicurazione, recesso, termine disdetta
Fonte: IusSiT, Informazione Giuridica
Giudice di Pace di Caserta, sentenza del 25 maggio 2009

Contratti apprendistato: contributi a fondo perduto per gli artigiani che assumono
Fonte: Studio Legale Mei e Calcaterra, Notizie Giuridiche
La Provincia di Milano e le Camere di Commercio di Milano e di Monza e Brianza hanno unito le forze per incentivare l'occupazione nel settore dell'artigianato, premiando le imprese del comparto che assumono nuovo personale con contratti di apprendistato, della durata di almeno dodici mesi, o che trasformano il contratto di lavoro in uno a […]

Corte Costituzionale: Ordinanza n 170 anno 2009
Fonte: Corte Costituzionale, Sentenze della Consulta
Fallimento e procedure concorsuali - Ricorso proposto da curatore fallimentare per ottenere declaratoria di inefficacia, nei confronti della massa, di rimesse confluite su conto corrente bancario intestato alla società fallita nell'anno anteriore alla sentenza di fallimento - Applicabilità, ove non diversamente disposto, delle norme del codice di procedura civile in materia di procedimenti camerali alle azioni derivanti dal fallimento - Previsione introdotta dall'art 21 del decreto legislativo n 5 del 2006, recante la riforma organica della disciplina delle procedure concorsuali - Ritenuta inapplicabilità 'ratione temporis' dell'art 3, comma 1, del decreto legislativo n 169 del 2007 abrogativo della norma impugnata per questi motivi LA CORTE COSTITUZIONALE riuniti i giudizi, dichiara la manifesta infondatezza della questione di legittimità costituzionale dell'art 24, secondo comma, del regio decreto 16 marzo 1942, n 267 (Disciplina del fallimento, del concordato preventivo e della liquidazione coatta amministrativa), come sostituito dall'art 21 del decreto legislativo 9 gennaio 2006, n 5 (Riforma organica della disciplina delle procedure concorsuali a norma dell'art 1, comma 5, della legge 14 maggio 2005, n 80), sollevata, in riferimento agli artt 3, primo comma, 24, secondo comma, 76 e 111, primo comma, della Costituzione, dal Tribunale ordinario di Lucca con le ordinanze in epigrafe Così deciso in Roma, nella sede della Corte costituzionale, Palazzo della Consulta, il 18 maggio 2009 F to: Francesco AMIRANTE, Presidente Paolo Maria NAPOLITANO, Redattore Giuseppe DI PAOLA, Cancelliere Depositata in Cancelleria il 29 maggio 2009 Il Direttore della Cancelleria F to: DI PAOLA

Corte Costituzionale: Ordinanza n 171 anno 2009
Fonte: Corte Costituzionale, Sentenze della Consulta
Reati e pene - Circostanze del reato - Concorso di circostanze aggravanti e attenuanti - Divieto di prevalenza delle circostanze attenuanti sulle circostanze inerenti alla persona del colpevole nel caso previsto dall'art 99, comma quarto, cod pen (recidiva reiterata) - Obbligatorietà, in tale caso, di un aumento di pena predeterminato - Aumento di pena in misura non inferiore ad un terzo della pena stabilita per il reato più grave nell'ipotesi della continuazione per questi motivi LA CORTE COSTITUZIONALE riuniti i giudizi, dichiara la manifesta inammissibilità delle questioni di legittimità costituzionale degli artt 69, quarto comma, 81, quarto comma, e 99, quinto comma, del codice penale, sollevate, in riferimento agli artt 3 e 27, terzo comma, della Costituzione, dalla Corte di cassazione e dalla Corte d'appello di Bari con le ordinanze indicate in epigrafe Così deciso in Roma, nella sede della Corte costituzionale, Palazzo della Consulta, il 18 maggio 2009 F to: Francesco AMIRANTE, Presidente Giuseppe FRIGO, Redattore Giuseppe DI PAOLA, Cancelliere Depositata in Cancelleria il 29 maggio 2009 Il Direttore della CancelleriaF to: DI PAOLA

Corte Costituzionale: Sentenza n 164 anno 2009
Fonte: Corte Costituzionale, Sentenze della Consulta
Tutela del paesaggio - Norme della Regione Valle d'Aosta - Territori contermini ai laghi artificiali - Previsione di tutela paesistica solo in via eventuale e solo entro gli ambiti spaziali espressamente perimetrati dagli strumenti di pianificazione comunale per questi motivi LA CORTE COSTITUZIONALE dichiara l'illegittimità costituzionale dell'art 3, commi 1, 2, 3, 5 e 7, della legge della Regione Valle d'Aosta 16 ottobre 2006, n 22, recante Ulteriori modificazioni alla legge regionale 6 aprile 1998 n 11 (Normativa urbanistica e di pianificazione territoriale della Valle d'Aosta) Così deciso in Roma, nella sede della Corte costituzionale, Palazzo della Consulta, il 18 maggio 2009 F to: Francesco AMIRANTE, Presidente Paolo MADDALENA, Redattore Giuseppe DI PAOLA, Cancelliere Depositata in Cancelleria il 29 maggio 2009 Il Direttore della CancelleriaF to: DI PAOLA

Corte Costituzionale: Sentenza n 165 anno 2009
Fonte: Corte Costituzionale, Sentenze della Consulta
Caccia - Norme della Regione Friuli-Venezia Giulia - Disciplina della programmazione faunistica e per l'esercizio dell'attività venatoria - Sottoposizione di tutto il territorio regionale al regime giuridico della Zona faunistica delle Alpi, incluse la fascia di mare fino ad un miglio dalla costa, le lagune e la pianura - Destinazione a protezione della fauna di una quota del territorio agro-silvo-pastorale compresa tra il 10 e il 20 per cento - Contrasto con la norma nazionale e abbassamento della porzione da sottoporre a tutela ai sensi della legge quadro nazionale; Organizzazione della gestione venatoria - Suddivisione del territorio in unità denominate "riserve di caccia", accorpate nei cosiddetti "distretti venatori", aventi l'obbligo di aderire ad un'associazione denominata "associazione dei cacciatori" - Contrasto con la norma fondamentale di riforma economico sociale secondo la quale, negli organismi di gestione faunistica, deve essere assicurata la presenza paritaria delle organizzazioni professionali agricole, delle associazioni venatorie nazionali e delle associazioni di protezione ambientale; Esercizio dell'attività venatoria nelle aziende faunistico venatorie e nelle aziende agrituristico venatorie - Esonero dagli obblighi di legge previsti dalla legge quadro nazionale; Novella dell'art 3 della legge regionale n 29 del 1993 - Previsto utilizzo indiscriminato di impianti fissi a rete per la cattura di uccelli,nonché prevista uccellagione - Contrasto con norme comunitarie e obblighi internazionali che vietano l'uso delle reti, nonché con la legislazione nazionale che vieta con sanzione penale ogni forma di uccellagione per questi motivi LA CORTE COSTITUZIONALE dichiara l'illegittimità costituzionale dell'art 2, commi 1 e 3, della legge della Regione Friuli-Venezia Giulia 6 marzo 2008, n 6 (Disposizioni per la programmazione faunistica e per l'esercizio dell'attività venatoria), nella parte in cui sottopone al regime giuridico della zona faunistica delle Alpi tutto il territorio della Regione Friuli-Venezia Giulia; dichiara l'illegittimità costituzionale dell'art 19 della legge regionale n 6 del 2008; dichiara l'illegittimità costituzionale dell'art 23, commi 8 e 9, della legge regionale n 6 del 2008; dichiara l'illegittimità costituzionale dell'art 44 della legge regionale n 6 del 2008; dichiara inammissibile la questione di legittimità costituzionale degli artt 14 e 17 della medesima legge regionale n 6 del 2008; dichiara non fondata la questione di legittimità costituzionale dell'art 23, comma 7, della legge regionale n 6 del 2008 Così deciso in Roma, nella sede della Corte costituzionale, Palazzo della Consulta, il 18 maggio 2009 F to: Francesco AMIRANTE, Presidente Maria Rita SAULLE, Redattore Giuseppe DI PAOLA, Cancelliere Depositata in Cancelleria il 29 maggio 2009 Il Direttore della CancelleriaF to: DI PAOLA

Corte Costituzionale: Sentenza n 166 anno 2009
Fonte: Corte Costituzionale, Sentenze della Consulta
Tutela dell'ambiente - Regione Basilicata - Procedura per la costruzione di impianti eolici - Procedure autorizzatorie in atto che non abbiano concluso il procedimento per l'autorizzazione unica, nella specie autorizzazioni alla costruzione di impianti eolici - Prevista sottoposizione alla valutazione di sostenibilità ambientale e paesaggistica - Previsione fino all'approvazione del Piano Energetico Ambientale Regionale, PIEAR, del divieto di autorizzazione degli impianti non rientranti nei limiti e non conformi alle valutazioni di cui al Piano energetico regionale della Basilicata approvato con deliberazione del Consiglio regionale 26 giugno 2001, n 220 per questi motivi LA CORTE COSTITUZIONALE riuniti i giudizi, 1) dichiara l'illegittimità costituzionale dell'art 6 della legge della Regione Basilicata 26 aprile 2007, n 9 (Disposizioni in materia di energia); 2) dichiara non fondata la questione di legittimità costituzionale dell'art 3 della legge della Regione Basilicata n 9 del 2007, sollevata dal Tribunale amministrativo per la Basilicata, in riferimento agli artt 3, 41, primo comma, 97, primo comma, e 117, terzo comma, della Costituzione, con il ricorso indicato in epigrafe Così deciso in Roma, nella sede della Corte costituzionale, Palazzo della Consulta, il 18 maggio 2009 F to: Francesco AMIRANTE, Presidente Maria Rita SAULLE, Redattore Giuseppe DI PAOLA, Cancelliere Depositata in Cancelleria il 29 maggio 2009 Il Direttore della CancelleriaF to: DI PAOLA

Corte Costituzionale: Sentenza n 167 anno 2009
Fonte: Corte Costituzionale, Sentenze della Consulta
Alimenti e bevande - Regione Umbria - Disciplina della raccolta, conservazione e commercio dei tartufi - Previsione di limiti di estensione territoriale più restrittivi per le tartufaie controllate; Obbligo di riparametrazione delle tartufaie esistenti prima dell'entrata in vigore della legge censurata per questi motivi LA CORTE COSTITUZIONALE dichiara non fondate le questioni di legittimità costituzionale degli artt 4 e 18 della legge della Regione Umbria 26 maggio 2004, n 8 (Ulteriori modificazioni ed integrazioni della legge regionale 28 febbraio 1994, n 6 - Disciplina della raccolta, coltivazione, conservazione e commercio dei tartufi), sollevate, in riferimento agli artt 3, 41, 42 e 117, terzo comma, della Costituzione, dal Tribunale amministrativo dell'Umbria con l'ordinanza in epigrafe Così deciso in Roma, nella sede della Corte costituzionale, Palazzo della Consulta, il 18 maggio 2009 F to: Francesco AMIRANTE, Presidente Paolo Maria NAPOLITANO, Redattore Giuseppe DI PAOLA, Cancelliere Depositata in Cancelleria il 29 maggio 2009 Il Direttore della CancelleriaF to: DI PAOLA

Corte Costituzionale: Sentenza n 168 anno 2009
Fonte: Corte Costituzionale, Sentenze della Consulta
Famiglia - Norme della legge finanziaria 2008 - Fondo per le politiche della famiglia - Previsione dettagliata delle attività, delle iniziative e degli interventi sociali da sostenere - Introduzione, aggiuntiva rispetto alle previsioni della legge finanziaria per il 2007, delle ulteriori attività consistenti nel favorire la permanenza o il ritorno nella comunità familiare di persone non autosufficienti e nel favorire l'informazione e l'educazione per la prevenzione di abusi sessuali nei confronti di minori per questi motivi LA CORTE COSTITUZIONALE riservata a separate pronunce la decisione delle ulteriori questioni di legittimità costituzionale della legge 24 dicembre 2007, n 244 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato – legge finanziaria 2008), promosse dalla Regione Veneto con il ricorso indicato in epigrafe; dichiara non fondata la questione di legittimità costituzionale dell'art 1, comma 1251, lettera c-bis) e lettera c-ter), della legge 27 dicembre 2006, n 296 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato – legge finanziaria 2007), introdotte dall'art 2, comma 462, della suddetta legge n 244 del 2007, promossa, in riferimento agli artt 117, quarto comma, 118 e 119 della Costituzione, dalla Regione Veneto con il ricorso indicato in epigrafe Così deciso in Roma, nella sede della Corte costituzionale, Palazzo della Consulta, il 18 maggio 2009 F to: Francesco AMIRANTE, Presidente Alfonso QUARANTA , Redattore Giuseppe DI PAOLA, Cancelliere Depositata in Cancelleria il 29 maggio 2009 Il Direttore della CancelleriaF to: DI PAOLA

Corte Costituzionale: Sentenza n 169 anno 2009
Fonte: Corte Costituzionale, Sentenze della Consulta
Tutela dell'ambiente - Regione Basilicata - Procedura per la costruzione di impianti eolici - Previsione fino all'approvazione del Piano Energetico Ambientale Regionale, PIEAR, del divieto di autorizzazione degli impianti non rientranti nei limiti e non conformi alle valutazioni di cui al Piano energetico regionale della Basilicata approvato con deliberazione del Consiglio regionale 26 giugno 2001, n 220 per questi motivi LA CORTE COSTITUZIONALE dichiara inammissibile la questione di legittimità costituzionale dell'art 3 della legge della Regione Basilicata 26 aprile 2007, n 9 (Disposizioni in materia di energia), sollevata dal Tribunale amministrativo per la Basilicata, in riferimento agli artt 3, 41, primo comma, 97, primo comma, e 117, terzo comma, della Costituzione, con il ricorso indicato in epigrafe Così deciso in Roma, nella sede della Corte costituzionale, Palazzo della Consulta, il 18 maggio 2009 F to: Francesco AMIRANTE, Presidente Maria Rita SAULLE, Redattore Giuseppe DI PAOLA, Cancelliere Depositata in Cancelleria il 29 maggio 2009 Il Direttore della CancelleriaF to: DI PAOLA

Danni, lesioni, rca, rito lavoro, decadenze, danno morale
Fonte: IusSiT, Informazione Giuridica
Giudice di Pace di Torre del Greco, sentenza del 25 febbraio 2009

Definizioni agevolate dei recuperi dei contributi sospesi per ordinanze di protezione civile
Fonte: La Previdenza, Notizie
Inpdap, Circolare 27 5 2009 n 11

Design industriale : ntellectual property al servizio delle aziende innovative
Fonte: Overlex, Notizie Giuridiche

Diritti di proprietà intellettuale, tutela del software, brevettazione
Fonte: Altalex, Notizie Giuridiche
Convegno in Pisa 25 06 2009

Fermo amministrativo: natura ordinaria e non amministrativa
Fonte: Overlex, Notizie Giuridiche

L assegno divorzile una tantum
Fonte: IusSiT, Informazione Giuridica
Matteo Santini ­ Erika Pigliapoco

La donazione di un bene altrui è titolo per l'usucapione decennale
Fonte: Studio Di Ruggiero, Notizie Giuridiche
La donazione di un bene altrui non è espressamente disciplinata dal codice civile Essa deve ritenersi nulla alla luce della disciplina complessiva della donazione e, in particolare, dell'art 771 c c , perché assimilabile alla donazione di beni futuri di cui tale disposizione fa espresso divieto Infatti nel concetto di donazione di beni futuri possono farsi rientrare tutte […]

Legare il proprio cane al guinzaglio non basta per esimersi da responsabilità in caso di aggressione
Fonte: Studio Legale Mei e Calcaterra, Notizie Giuridiche
Cass sez civ sentenza n 11570/09 La Cassazione ha stabilito che il proprietario risponde per eventuali danni alla persona se come nel caso di specie il proprietario lega l'animale alla barriera di ingresso della metropolitana e la signora ugualmente cade a terra riportando lesioni In ordine al risarcimento la Suprema Corte ha precisato che: 'non e' configurabile […]

Licenziamento illegittimo: il conseguimento di una pensione di anzianità non osta al diritto di ottenere la reintegra
Fonte: Miolegale, Notizie
Cassazione civile, sez lavoro, 20 marzo 2009, n 6906

Medicinali: trasparenza delle misure che regolano la fissazione dei prezzi delle specialità per uso umano
Fonte: La Previdenza, Notizie
Cgce, quarta sezione, Sentenza C-352/07 Menarini

Ministero lavoro: emanato decreto interministeriale di attuazione misure anti-crisi
Fonte: Studio Cataldi, Notizie Giuridiche
Secondo quanto rende noto il Ministero del Lavoro, è stato emanato il decreto interministeriale di attuazione delle misure anti-crisi, firmato dai Ministri Sacconi e Tremonti Il decreto è stato adottato a norma della legge di conversione n 2 del 20…

Nuove disposizioni in materia di assenze per malattia dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni
Fonte: La Previdenza, Notizie
Inpdap, Circolare 28 5 2009 n 13

Opposizione a cartella esattoriale ex art 615 cpc, multa, cds
Fonte: IusSiT, Informazione Giuridica
Giudice di Pace di Pozzuoli, sentenza del 27 maggio 2009

Privacy: informazioni reperite da Facebook? Debbono sempre essere verificate
Fonte: Studio Cataldi, Novità Privacy
Il Garante per la protezione dei dati personali (Newsletter del 19 05 2009) ha reso noto di aver chiarito che i giornalisti che utilizzano notizie, fotografie e dati personali tratti dai social network (es face book), al fine di esercitare correttam…